Aberrometria

È un esame diagnostico che consente di valutare oggettivamente la qualità della vista e di studiare la presenza di aberrazioni oculari.

Le aberrazioni oculari sono imperfezioni che producono una distorsione e un’errata messa a fuoco delle immagini sulla retina. Possono essere provocate da ogni irregolarità o alterata trasparenza della superficie anteriore o posteriore della cornea, del cristallino, dell’umor acqueo, del corpo vitreo o del piano retinico.

Inoltre anche altri difetti refrattivi (ipermetropia, astigmatismo e miopia) possono causare aberrazioni oculari.

visite3
Le aberrazioni possono essere corrette mediante occhiali, lenti a contatto o grazie a tecniche di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri.

E’ importate eseguire l’esame di aberrometria quando si riscontra un’alterazione della qualità della visione causata da un’anomala deviazione o dispersione dei raggi luminosi.

Controllo pressione oculare con Tonometria a soffio

Misurazione della pressione interna dell’occhio. L’esame diagnostico occorre perché la pressione oculare troppo elevata può danneggiare il nervo ottico, provocando cecità.

pressioneocchiL’esame viene eseguito da personale altamente qualificato, si effettua la misurazione computerizzata della pressione oculare mediante la tecnologia a soffio. Con la Tonometria misurabile a soffio la valutazione avviene grazie ad un piccolo e breve soffio d’aria.

Scheimpflug Camera

La tomografia con lampada di Scheimpflug visualizza non solo l’elevazione e la curvatura della superficie anteriore ma anche di quella posteriore della cornea, ottenendo una mappa tridimensionale, punto per punto, degli spessori (non solo la pachimetria centrale ma anche quella media e periferica).

Le mappe di curvatura e di elevazione (altimetriche) non sono poi soggette alle irregolarità del film lacrimale, frequenti cause di artefatti con la topografia per riflessione.

camera-s2

shcamera2

Le applicazioni vantaggiose sono molteplici:

– Diagnosi precoce del cheratocono e di altre forme di ectasia corneale, ad esempio quella iatrogena, fondamentale per una gestione efficace

– Analisi preliminare e il follow-up postoperatorio di numerose procedure di correzione chirurgica dei difetti visivi, come le tecniche che utilizzano il laser ad eccimeri, l’impianto di lenti fachiche da camera anteriore, l’impianto di segmenti intrastromali;

– La densità dell’opacità del cristallino e il calcolo del potere della lente intraoculare nella chirurgia della cataratta in casi particolari;

– Fornisce valori precisi dello spessore corneale e misura l’ampiezza e la conformazione dell’angolo irido-corneale, per il Glaucoma.

Topografia Corneale

La topografia corneale, in gergo chiamata “mappa”, è un metodo di lettura della curvatura della cornea, assistito a computer. Le mappe si ottengono con un apposito strumento definito “topografo corneale”.

Il topografo corneale proietta una serie di anelli illuminati sulla superficie della cornea, che poi vengono riflessi nello strumento. Gli anelli riflessi vengono analizzati dal computer che in seguito genera una “mappa corneale”. La mappa e le varie analisi a computer rivelano ogni distorsione della cornea come pure la curvatura e i meridiani dell’astigmatismo.

La mappa corneale ormai è diventata uno strumento essenziale per la diagnosi e i controlli periodici successivi del cheratocono. Viene inoltre usata per eseguire gli opportuni esami prima di un intervento chirurgico e, soprattutto, è diventata la base per il contattologo che deve studiare, eseguire ed adattare una lente a contatto per una cornea con cheratocono.

 

topografia-corneale

La procedura per eseguire una topografia corneale è estremamente semplice. In pratica lo specialista avvicina lo strumento all’occhio ed esegue lo scatto, come per una normale fotografia. L’operazione non è assolutamente pericolosa, non provoca dolore né altri tipi di fastidi. In seguito viene valutata la topografia sul monitor di un computer per verificare che non ci siano errori.

campione-immagini

Se lo scatto è stato eseguito correttamente la topografia comprende tutta la cornea e mostra gli eventuali difetti e irregolarità. A questo punto si esegue una normale stampa con una stampante a colori con tutte le informazioni sulla vostra cornea.

Controllo del segmento anteriore dell’occhio

La cornea è un tessuto trasparente che ricopre iride e pupilla come fa il vetro di un orologio con il quadrante. Essa rappresenta la più importante lente della “macchina fotografica” occhio.

Presso i nostri punti vendita professionisti della visione effettueranno un controllo della superficie anteriore dell’occhio per verificare l’assenza di sofferenza epitelliale, stromale ed endoteliale.